area pazienti

I miei due compleanni

Ho la fortuna di essere nata due volte e di festeggiare due compleanni, il primo il 15 Aprile del 1961 a Sandrigo, il secondo il 22 Giugno 2011 a Verona, la data in cui ho fatto il trapianto di midollo osseo da donatore non consanguineo per guarire da una leucemia mieloide acuta.

Sono trascorsi 8 anni e sto meravigliosamente bene, tutto ciò grazie a Te : DA757412 questo è il codice che ci accomuna, lettere e numeri che appartengono al nostro DNA, praticamente il tuo, io ho solo avuto la fortuna di riceverlo da Te. La mia prima data di nascita è in tutti i miei documenti anagrafici, la seconda è scritta sui referti medici e impressa nel mio cuore.

Il miglior regalo l’ho ricevuto da Te 8 anni fa, l’attesa è stata lunga e nemmeno Tu sapevi a chi ti stavi donando. Non c’erano né fiocchetti né biglietti ad accompagnare quella sacca di plastica, così semplice, con un denso liquido rosso, il mio regalo per sempre, una vita liquida che dopo ore di viaggio entrava nella mia stanza. Non sono stata in grado di accoglierti come avresti meritato, un corpo senza vita con un cuore pulsante era in attesa di quel regalo, un regalo senza volto, con il calore del tuo corpo ancora vivo.

Tu, il mio festeggiamento senza musica, né bicchieri sonanti, Tu nel silenzio, Tu dentro un ago, Tu che entravi nelle mie vene, Tu che non mi conoscevi ma eri già parte di me, dopo 5 ore era come se fossimo lo stesso sangue. C’è stata più di una volta che mi sono sentita sola, la tua presenza era rimasta silenziosa a lungo, poi un giorno il primo segnale di vita, la tua , la mia, era nato il primo globulo bianco, il primo segno che non mi avevi abbandonata.

Sei ancora una vita silenziosa dentro di me, il rumore di questi anni trascorsi pensando a come poterti ringraziare, lo scorrere della penna che imprime i pensieri che non potrò mai pronunciare, non potrai mai ascoltare e forse nemmeno leggere. Mi piace pensare che un giorno succederà e sarai felice di sapermi viva per merito tuo. Non festeggeremo mai insieme, ma fisicamente saremo insieme per sempre, il tuo dono ci ha legati a vita. Spero fortemente che il donare ti abbia regalato quel senso di immenso Amore, tu non sai quanto è stato immenso riceverlo, quel profondo atto D’Amore!

Tu mi hai restituita agli affetti, all’adolescenza e alla maturità dei miei figli, alle risate con le amiche, all’essere ancora una sorella da abbracciare, all’essere una moglie da amare, all’ultimo abbraccio a mia madre, alle carezze del vento prima del temporale, alle corse in spiaggia sulla sabbia che scotta, al susseguirsi delle stagioni, al mio lavoro, all’avere ancora una VITA da VIVERE. Tu mi restituisci ogni giorno i ricordi ,il ricordo della paura, della debolezza, del dolore, della speranza e della rinascita. Ed è molto difficile ricordarti, salutarti e ringraziarti con un semplice GRAZIE

Claudia

0
0
0
s2sdefault