Natale AIL

natale aziende

Mi chiamo Giorgio e a sei anni ho avuto una forte influenza che non voleva andare via; avevo una tosse molto forte.

Così la mamma, molto preoccupata, mi ha portato al pronto soccorso. E lì hanno deciso di ricoverarmi immediatamente. I dottori avevano facce strane e hanno usato una parola che non conoscevo: Leucemia.

Oggi voglio dire grazie ai dottori e agli scienziati che mi hanno curato, sia in ospedale che a casa.

Sono stati loro a salvarmi la vita e sono stati i migliori eroi che un bambino potesse desiderare.

Giorgio, 9 anni

disegni privati

REGALIAMO INSIEME IL SOGNO PIÙ BELLO.

Insieme è la prima parola che ci viene in mente quando ci chiedono come si possa esaudire il desiderio di un piccolo paziente come Giorgio.

Insieme possiamo potenziare il lavoro e i risultati dei medici e dei ricercatori, per dare ai malati nuove, concrete speranze di guarigione.

Insieme possiamo garantire ai pazienti e alle loro famiglie il sostegno necessario per affrontare al meglio il lungo percorso della malattia.

Insieme a voi l’AIL può continuare a far crescere la ricerca e a sostenere e offrire servizi di assistenza.

Sostieni AIL con un regalo solidale, INSIEME possiamo fare grandi cose!

Scrivici all’indirizzo natale@ail.it per stabilire un filo diretto.

0
0
0
s2sdefault