English Flag icon

manifestazioni

Cristina Bowerman

cristina bowerman

Chi è Cristina Bowerman

"Sostenere AIL significa sostenere la ricerca scientifica per migliorare il benessere delle persone che combattono una battaglia contro le leucemie. Come chef, credo molto nell’alimentazione come elemento per aiutare a migliorare la salute delle persone"
Cristina Bowerman:
chef di “Romeo Chef and Bakers” e “Glass Hosteria"
1 stella Michelin

Cristina Bowerman, una delle poche donne chef italiane ad aver conseguito una stella Michelin e diversi altri prestigiosi riconoscimenti, è nata in Italia a Cerignola, in provincia di Foggia (Puglia). Dopo la laurea in Giurisprudenza, nel 1992 lascia la Puglia per gli Stati Uniti, con destinazione San Francisco. Scopre la passione per la cucina tanto da abbandonare gli studi forensi per dedicarsi allo studio della cucina. Nel 1998 si trasferisce ad Austin (Texas), dove consegue la laurea in Culinary Arts. È qui – in particolare grazie all'esperienza presso il Driskill Grill - che sviluppa ulteriormente disciplina e tecnica, lavorando molto sulla nitidezza, definizione e concentrazione dei sapori.

Nel 2004 decide di tornare in Italia e inizia una brillante carriera da chef e da imprenditrice. Con il ristorante Glass conquista una stella Michelin, ma non si ferma. Nel 2012 lancia Romeo Chef and Bakers, un innovativo format gastronomico, lancia una linea di street food di qualità con le ApiRomeo e Frigo-il Van del Gelato.

Nel 2015 nasce Romeo a Testaccio, Market di Roma, concept pop di ispirazione internazionale. Aldilà della creatività e qualità delle sue invenzioni culinarie, la figura di Cristina Bowerman è considerata emblematica anche per via del percorso professionale che è stata in grado di tracciare, in un ambiente estremamente sbilanciato verso la rappresentanza maschile.

Cristina Bowerman è molto impegnata nel sociale mettendo a disposizione le sue competenze su progetti di ricerca e raccolta fondi sempre per la ricerca scientifica. Ha aderito all’iniziativa di AIL perché anche lei vuole continuare a dare vita alla ricerca.

La ricetta di Cristina Bowerman:
Cremoso al cioccolato

  • 190 gr latte
  • 190 gr panna
  • 40 gr zucchero
  • 75 gr tuorlo
  • 210 gr cioccolato AIL
  • 12 amaretti
  • Caffè qb

Potete preparare questo dolce il giorno prima e lasciarlo in frigo. Ecco come realizzarlo.
Mettere a bollire in un pentolino il latte e la panna. In un recipiente mescolare il tuorlo e lo zucchero. Una volta raggiunta l’ebollizione unire i due composti e mettere nuovamente sul fuoco e portare a 82 gradi (è fondamentare che non arrivi a bollore).
Infine, con l’aiuto di una spatola, unire il cioccolato tritato dell’uovo AIL (vi consigliamo di scegliere la versione fondente) e amalgamare bene il composto. Bagnare gli amaretti con il caffè e posizionarli alla base di un bicchiere. Coprire con il cremoso e servire.

0
0
0
s2sdefault