L'ematologia di precisione

Una cura costruita sul paziente.

Il concetto di ematologia di precisione, che deriva da quello più generale di “medicina di precisione”, si è progressivamente consolidato nel corso dell’ultimo ventennio e indica un modo di curare le malattie del sangue mediante trattamenti sempre più personalizzati. Il National Institute of Health ha definito la medicina di precisione “un approccio per la prevenzione e il trattamento delle malattie che tiene conto delle variazioni individuali delle persone a livello genetico, ambientale e nello stile di vita”, contrapposto al modello di “una terapia uguale per tutti”. Si tratta dunque di un cambio fondamentale di paradigma: da quello più tradizionale, di tipo universale, che sviluppa strategie di trattamento e prevenzione delle malattie sulla base della persona media, a quello che cerca di considerare le differenze intrinseche presenti tra i singoli individui o fra determinati gruppi di persone.

Ogni persona (o gruppo di persone, come per esempio gli anziani, i bambini o le donne) ha precise caratteristiche genetiche, metaboliche, immunologiche, epigenetiche che la rendono diversa dalle altre. In breve: unica. E a volte quelle differenze hanno un grande impatto sugli strumenti di prevenzione e sul funzionamento delle cure, che daranno risultati migliori in alcuni pazienti o gruppi di pazienti piuttosto che in altri.

 

 

L’ematologia di precisione cerca dunque un approccio specifico, personalizzato, basato sulla singola persona. Un approccio il più possibile preciso, appunto. Come? Attraverso test diagnostici, analisi molecolari o cellulari, bioinformatica e altri strumenti altamente tecnologici (compresa l’intelligenza artificiale) cerca di disegnare un quadro che ritragga l’individualità di ogni situazione, di cui poi si terrà conto nell’impostazione dei trattamenti. Il concetto di precisione si estende poi alla personalizzazione della cura, ovvero alla realizzazione di percorsi terapeutici adatti alle caratteristiche biologiche di ogni individuo: ecco perché i termini medicina di precisione e medicina personalizzata sono spesso utilizzati come sinonimi.

L’utilizzo dell’approccio di precisione in ematologia ha condotto negli ultimi anni allo sviluppo di trattamenti innovativi, di cui danno qui conto gli interventi di quattro illustri esperti: il prof. Fabrizio Pane, dell’Università di Napoli, ci introduce con una sintesi mirabile alla storia dell’ematologia di precisione, mentre il prof. Fausto Castagnetti (Università di Bologna), il prof. Alessandro Rambaldi (Università di Milano) e la prof.ssa Maria Teresa Voso (Università Tor Vergata di Roma) fanno il punto sui traguardi raggiunti con l’ematologia di precisione nella leucemia mieloide cronica, nella leucemia linfoblastica acuta e nella leucemia promielocitica acuta e su che cosa attendersi da un futuro prossimo fatto di novità e obiettivi importantissimi.

0
0
0
s2sdefault

Informati sulle terapie presenti e future, guarda l’intervista al prof. Fausto Castagnetti.

Leggi tutto
0
0
0
s2sdefault

La Prof.ssa Maria Teresa Voso spiega la rivoluzione nel trattamento della patologia. Guarda il video.

Leggi tutto
0
0
0
s2sdefault

Come è cambiata e cambierà la vita dei pazienti grazie alla medicina di precisione? Ce lo spiega il prof. Alessandro Rambaldi

Leggi tutto
0
0
0
s2sdefault
mieloide

Ogni venerdì dalle 15 alle 17 un esperto ematologo risponde sul tema dell’ematologia di precisione

Scopri di più
mieloide

Informati sulla leucemia mieloide cronica e incontra esperti ematologi per chiarire dubbi e fare domande.

Iscriviti al seminario

 

GSK 118janssen 144pfizer 141