Non ti scordar di loro: le ONLUS chiedono aiuto per i più fragili

Sergio Amadori, Presidente Nazionale AIL
 UN MESSAGGIO COMUNE: "NON VI DIMENTICATE DI CHI È PIÙ FRAGILE"
L’emergenza Coronavirus continua a causare grandi disagi alla maggior parte degli italiani. Tra loro, però, a pagare i costi maggiori di questa pandemia sono le categorie più fragili, quelle che sopravvivono grazie alla generosità delle Onlus che, quotidianamente, si occupano di loro. Ed è proprio in questo momento di estrema difficoltà che 45 associazioni del Terzo Settore hann raccolto l’appello di K-Comunicazionisociali, del Gruppo Komma, per lanciare con un’unica voce un messaggio rivolto al grande pubblico per ribadire l’importanza di non dimenticare chi ogni giorno protegge i più fragili. 
Proteggi la tua solidarietà. Continua a sostenere chi protegge i più fragili”: è questo è il messaggio comune della campagna, un appello corale di tutte le Onlus ai loro sostenitori affinché non interrompano le loro donazioni, specialmente in un momento in cui le categorie più deboli e indifese hanno ancora più bisogno del loro aiuto. Una richiesta di non dimenticarsi dei più fragili, perché: "Il coronavirus è una paura per tutti. Per chi è malato, povero e solo è una paura in più”.
L'IMPEGNO AIL NELL'EMERGENZA CORONAVIRUS

L’impegno di AIL è continuo e capillare sul territorio, abbiamo:

Potenziato in tutta Italia le cure domiciliari tramite l’incremento del numero di professionisti (medici ed infermieri) impiegati nel servizio. Oggi, tramite protocolli specifici, riusciamo a garantire a domicilio le stesse prestazioni di un Day Hospital ematologico. 

donato dispositivi di protezione personale per pazienti, medici ed infermieri (mascherine,guanti, sovracamici);

donato respiratori ad alcuni reparti che ne avevano necessità;

garantito supporto ai reparti ematologici per assicurare la continuità nei servizi erogati;

potenziato il servizio di linea diretta con gli ematologi, per dar modo ai pazienti di fare domande e risolvere dubbi;

potenziato i servizi di consulenza psicologica telefonica per malati e caregiver.

Tante altre attività di supporto e finanziamento continueranno ad essere sostenute da AIL fino a che questa emergenza non sarà risolta per dimostrare ancora una volta che siamo dalla parte dei malati, dei medici e del personale sanitario

Insieme possiamo vincere questa battaglia!

 SOSTIENI AIL

 

0
0
0
s2sdefault