Donazione di sangue ed emocomponenti: ricorda di dare il tuo contributo

I TUMORI DEL SANGUE NON VANNO IN VACANZA 

Ogni giorno 1800 pazienti hanno bisogno di una trasfusione per essere curati, eppure ogni estate si registra un brusco calo di donazioni di sangue ed emocomponenti. Per questo AIL,come ogni anno, lancia un appello ai suoi sostenitori e invita a recarsi in un centro trasfusionale o nella sede di una selle tante associazioni attive sul territorio (tutte le info QUI) per contribuire a salvare tante vite.

I DATI 2020 SULLE DONAZIONI

Secondo i dati diffusi dal Centro Nazionale Sangue lo scorso giugno, torna a crescere il numero dei donatori di sangue dai 18 ai 25 anni, invertendo una tendenza che li vedeva in calo costante dal 2013.  I donatori totali sono stati 1.683.470, sostanzialmente stabili rispetto allo scorso anno ma i nuovi donatori sono poco più di 362mila, in calo del 2,3%, e le donne sono 538.386 (il 32% del totale).

Il CNS ha censito 213.422 donatori nella fascia più giovane (18-25 anni), 1,6% in più rispetto all’anno precedente. Un indicatore positivo che però rimane isolato, come dimostrano il calo registrato nelle fasce 26-35 anni (-1,4%) e 36-45 anni (-3,6%) e l’aumento del numero dei donatori di tutte le fasce di età superiori (dai 46 ai 55 +0,5%, dai 56 ai 65 +5,1%). Aumentano invece i pazienti trasfusi, che nel 2019 sono stati circa 638mila contro i 630mila dell’anno precedente, mentre le trasfusioni sono state circa 3 milioni, ovvero una ogni 10 secondi.

Bastano 15 minuti del vostro tempo per moltiplicare questi numeri e aiutare sempre più persone a guarire. Il tempo nevessario per donare il sangue.

NON DIMENTICATE DI DARE IL VOSTRO CONTRIBUTO, CHI DONA IL SANGUE SALVA UNA VITA.

 

0
0
0
s2sdefault