Il presidente del Consiglio Conte scrive ad AIL e ai suoi volontari

UN'ATTIVITà FONDAMENTALE PER I PAZIENTI E LORO FAMIGLIE

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha inviato una lettera di saluti e di apprezzamento al prof. Sergio Amadori, Presidente nazionale AIL, e ai volontari dell'Associazione.

Nella missiva, Conte sottolinea come il mondo del volontariato sia oggi più che mai fondamentale per il nostro Paese, anche per gestire le conseguenze della recente pandemia da Covid-19. Il Presidente del Consiglio ha poi espresso il suo apprezzamento per la nascita della prima scuola di formazione per volontari, che è stata presentata a Roma, augurando ad AIL buona fortuna per la nascita di questo importante progetto.

IL TESTO DELLA LETTERA

Gentile Presidente,

con piacere rivolgo a voi il più caloroso saluto e il mio augurio di buon lavoro.

La vostra Associazione, che l’anno scorso ha celebrato i primi cinquant’anni di attività, si è sempre contraddistinta per le molteplici iniziative, che hanno contribuito significativamente al raggiungimento di nuovi e ambiziosi traguardi nella lotta ai tumori del sangue.

L’attuale situazione emergenziale ha evidenziato come l’attività di prossimità al malato sia di fondamentale importanza.

In tale prospettiva, l’idea di una Scuola di Formazione per i volontari impegnati in questi contesti così delicati anche – e soprattutto – dal punto di vista psicologico, considerando il supporto offerto al paziente e ai suoi cari, rappresenta un’ulteriore conferma della forza della vostra associazione che – oltre all’assistenza diretta ai malati – si dedica, come è noto, al sostegno alla ricerca, alle strutture sanitarie e alle famiglie, attività svolte sempre con la massima competenza e professionalità.

Rivolgo, quindi, a tutti voi, il mio più fervido augurio di successo all’iniziativa.

Giuseppe Conte

 

0
0
0
s2sdefault