area pazienti

Storie di pazienti

Foto le vostre storie

La mia gravidanza con la Leucemia Mieloide Cronica

Nel 2021 scoprii di essere incinta e, poco dopo le prime analisi di controllo, anche di avere una Leucemia Mieloide cronica. Avevo due scelte: interrompere la gravidanza e iniziare subito le terapie standard o provare una cura sperimentale per portarla avanti. Mio figlio aveva salvato la vita a me, come potevo non provare a farlo con lui?! Iniziai subito le terapie con interferone. Il 22 marzo scorso è nato Tommaso e oggi la mia malattia è sotto controllo. Sembra incredibile ma la ricerca fa anche questo.

Leggi tutto
0
0
0
s2sdefault

Il Linfoma si può sconfiggere, siamo più forti noi

Sono Matteo e 18 anni fa mi è stato diagnosticato un linfoma di Hodgkin. In quel periodo il dolore più grande non era la sofferenza fisica, il cappellino indossato per nascondermi dagli sguardi della gente o le cicatrici ma il dolore delle persone a me care, impotenti di fronte alla malattia. Oggi che sono in remissione vorrei parlare al cuore di chi è malato e sta affrontando un momento nero, buio e soffocante: non smettete di lottare, non smettete di credere in voi stessi, ce la potete fare.

Leggi tutto
0
0
0
s2sdefault

Per me ora è primavera. E rifiorisco.

Una diagnosi di Linfoma a 30 anni, ma forse a nessuna età, è tutto quello di cui NON hai bisogno. Mentre sei impegnata a costruire la tua vita ti ritrovi costretta a lottare per essa. Tac, Pet, crioconservazione degli ovociti, nausee, siringhe, analisi, pianti, debolezza. Ho conosciuto la paura più grande. Che è quella di non farcela. Ora che di anni ne ho 31 rido e sorrido, ho invertito le stagioni: per me è primavera ed io rifiorisco. 

Leggi tutto
0
0
0
s2sdefault

Non smettete di fare progetti, non smettete di sognare!

Il 2020 doveva essere l'anno più bello della mia vita. Invece, in piena pandemia, è arrivata la diagnosi di Linfoma di Hodgkin in stato avanzato e ho iniziato le terapie, costretta a restare a casa per quindici mesi lontana da tutti per il rischio infezioni. Ho perso i miei capelli, il mio corpo è cambiato, ho avuto una paura immensa. Ma oggi sono qui e alle persone che vivono la mia stessa esperienza, voglio lanciare un messaggio di speranza per il nuovo anno: non smettete di fare progetti e di sognare perché il vostro sorriso tornerà più luminoso di prima. Durante le terapie sognavo ad occhi aperti e pensavo ad un trekking sulle Dolomiti e alla mia prima esperienza all’estero. Nella foto, ecco il viaggio di questa estate in montagna e i mesi che ho appena vissuto a Londra resteranno per sempre nel mio cuore. Buon anno!

Leggi tutto
0
0
0
s2sdefault

La sala d’attesa

A 56 anni, durante un ricovero per COVID-19, scopro di avere pochi globuli rossi e pochissimi bianchi. Sono incredulo, solo due mesi prima con la mia bicicletta avevo costeggiato il Po fino a Venezia, 750 km. Oggi un prelievo di midollo fuga ogni dubbio: ho la leucemia. Dopo la chemio arriva il trapianto di midollo e sette mesi passati in una camera sterile, senza visite, senza maniglie alle finestre. E proprio lì ho iniziato a scrivere la mia storia.

Leggi tutto
0
0
0
s2sdefault

la positività nella malattia è la metà della guarigione

Ho 45 anni e il primo giugno dell'estate scorsa mi hanno diagnosticato un Linfoma Mi sono sottoposta a quattro cicli di chemioterapia, poi tre cicli di radioterapia, Spesso i dolori sono stati forti, la stanchezza era all'ordine del giorno, ma non ho mai perso il sorriso o la speranza di vincere. Oggi mi sento fortunata, perché ho avuto il grande dono di ricevere una seconda opportunità e per questo sono riconoscente alla vita. 

Leggi tutto
0
0
0
s2sdefault

La medicina cura ma l’amore salva

All’età di 35 anni ho scoperto di avere il Linfoma di Hodgkin al secondo stadio, proprio mentre “cavalcavo” la mia vita tra lavoro e famiglia. Con la diagnosi è arrivata la chemioterapia, quel farmaco che a volte sembra ti ucciderà per il modo in cui ti fa sentire e che invece ti salva. Poi la Pet negativa, il giorno più bello della mia vita! Se oggi sono qui è grazie alla ricerca e all’amore costante della mia famiglia.

 
Leggi tutto
0
0
0
s2sdefault

La vita è un dono e non bisogna mai perdere le speranze

Sono Michela, impiegata contabile in uno Studio commercialista a Brescia, ho 32 anni e la mia storia inizia nel marzo 2021. Mentre faccio una doccia ho sentito un linfonodo ingrossato nella zona sovraclaveare destra. Inizialmente non ci faccio caso, pensando fosse ingrossato per via del covid, visto che poco prima ero risultata positiva. Dopo essermi negativizzata la ghiandola non si sgonfia ed inizio a sentirmi stanca, una stanchezza che neanche riposando e dormendo le giuste ore passa. Consulto il medico ed il primo aprile 2021 mi prescrive una tac urgente.

 
Leggi tutto
0
0
0
s2sdefault

La forza di un leone contro la leucemia

Mi è stata diagnosticata una leucemia linfoblastica acuta in piena pandemia, è stata una sentanza devastante ma mi sono detto: “se questa malattia è capitata a me è perché so di poterla sconfiggere. Da uomo diventerò leone”. Sono riuscito ad affrontare a testa alta le cure e le difficoltà anche grazie alla disciplina che pratico da circa 10 anni: il kendo. E dopo 155 giorni di ospedale sono arrivate le dimissioni e la voglia di riprendere in mano le redini della mia vita.

Leggi tutto
0
0
0
s2sdefault

La scienza va avanti per noi, per donarci sempre un sorriso

Maggio 2020, piena pandemia e incinta di 8 mesi. Inizio a star male. Corro al pronto soccorso con un versamento del pericardio di 3 cm. Due giorni dopo nasce il mio secondogenito, Michele. Da qui inizia il percorso che mi porta alla diagnosi: Linfoma Non Hodgkin. Il mio medico mi dice: "Vale, è un percorso lungo, perderai i capelli e le cure saranno molto toste, ma tornerai dai tuoi figli”. E così è stato, grazie alla ricerca.

Leggi tutto
0
0
0
s2sdefault