English Flag icon

chi siamo

Chi siamo

Foto chi siamo

A fianco del malato, a favore della ricerca

L'AIL nasce nel 1969 a Roma da un’intuizione del Prof. Franco Mandelli e grazie al contributo di illustri personalità del mondo della medicina, della scienza, dell’economia e della cultura.

Da oltre 45 anni, l'AIL promuove e sostiene la ricerca scientifica per la cura delle leucemie, dei linfomi e del mieloma. Assolve il compito di assistere i malati e le loro famiglie, accompagnandoli in tutte le fasi del lungo e spesso sofferto percorso della malattia, offrendo loro servizi, conoscenza e comprensione. Lotta al loro fianco per migliorarne la qualità della vita e sostenerli nel complesso percorso delle cure. Sensibilizza l’opinione pubblica sulla lotta contro le malattie del sangue.

L'AIL pone al centro della sua filosofia  e della sua attività il malato e la sua famiglia, nel totale rispetto della persona e della dignità umana. I valori che ci guidano sono la serietà e la correttezza nell’informazione medico-scientifica e nella comunicazione; l’efficacia e l’efficienza nell’attività di raccolta fondi e la trasparenza nella destinazione delle risorse; il rispetto e l’onestà nel rapporto con volontari e sostenitori, l’efficacia nel raggiungere gli obiettivi della nostra missione.

mandelli e ciampiNel 2005, in occasione della Giornata Mondiale della Sanità, il Presidente della Repubblica ha consegnato ad AIL una delle più alte onorificenze dello Stato Italiano, la medaglia d’oro al merito della Sanità Pubblica.

Motivazioni del Premio ad AIL: “per aver assicurato tangibili contributi allo sviluppo della Ricerca Scientifica e al funzionamento dei Centri di Ematologia e di Trapianto di cellule staminali; per l’assistenza sanitaria assicurata ai pazienti e le attenzioni riservate ai loro familiari – e per i congrui finanziamenti destinati alla Ricerca sulle Leucemie, i Linfomi, il Mieloma e le altre malattie del sangue”.

 Atto Costitutivo

Statuto

AIL Onlus è contro ogni forma di sperimentazione animale. Per approfondire è possibile scaricare questo pdf