English Flag icon

cosa puoi fare tu

Diventa volontario

Foto diventa volontario

DIVENTA PIù RICCO: DIVENTA VOLONTARIO

Il volontario AIL è una persona disponibile, una persona che si mette in gioco, una persona che ama. Amico, confidente,“infermiere”,“organizzatore”, un volontario AIL è tutto questo e non solo.

Un volontario AIL dona il proprio tempo per aiutare l’Associazione negli eventi di raccolta fondi, in particolare in occasione delle manifestazioni di piazza “Stelle di Natale” e “Uova di Pasqua”, che si svolgono due settimane prima delle relative festività.

Un volontario AIL collabora nelle molteplici attività, anche di carattere organizzativo ed amministrativo.

Un volontario AIL è colui che si relaziona con i medici e gli infermieri che circondano il malato, per guidarlo e sostenerlo; che comprende il contesto fisico e organizzativo, ma soprattutto emotivo di chi soffre, e sa stabilire con esso un contatto sinergico.

Un volontario partecipa alle attività dell’AIL a titolo gratuito, ha un forte senso di responsabilità e ottime capacità di lavorare in gruppo, nel rispetto delle modalità operative previste dall’Associazione.

Aiutaci a rendere le malattie del sangue sempre più curabili. Raccogli la nostra sfida: diventa più ricco, diventa Volontario AIL e contribuisci in prima persona ad una battaglia per la vita.

clicca qui per diventare volontario

INFORMATIVA EX ART. 13 D. Lgs. n. 196/2003

per gli utenti del sito www.ail.it
Gentile Utente,
ai sensi dell’articolo 13 del D.lgs. n. 196/2003 (di seguito, per brevità, “Codice Privacy”), La informiamo che AIL, Associazione Italiana contro le Leucemie – linfomi e mieloma (di seguito “AIL”), in qualità di Titolare del trattamento, tratterà – per le finalità e le modalità di seguito riportate – i dati personali da Lei forniti, attraverso la navigazione sul sito web www.ail.it. Natura di dei dati trattati - AIL tratterà i Suoi dati anagrafici e fiscali, nonché i dati di natura economica necessari per lo svolgimento dei rapporti con l’associazione. Nel caso di trattamento di dati qualificati come “sensibili”, ai sensi dell’art. 4 comma 1 lett. d) del Codice Privacy, siccome idonei a rilevare direttamente o indirettamente il Suo stato di salute, il relativo trattamento – ai sensi dell’art. 26 del citato Codice – avverrà secondo le modalità e i limiti previsti dalla legge. Finalità del trattamento- I Suoi dati verranno trattati per espletare i servizi da Lei richiesti, per il conseguimento delle finalità indicate nello Statuto dell’associazione e in relazione alle esigenze contrattuali ed ai conseguenti adempimenti degli obblighi legali e fiscali. I dati verranno trattati per tutta la durata del rapporto ed anche successivamente, per l’espletamento di obblighi di legge e per finalità amministrative e commerciali. Modalità del trattamento - Il trattamento dei dati avviene mediante l’utilizzo di strumenti e procedure idonei a garantirne la sicurezza e la riservatezza e potrà essere effettuato sia mediante supporti cartacei, sia attraverso l’ausilio di strumenti elettronici. Dati di navigazione- I sistemi informatici e le procedure software utilizzati per il funzionamento di questo sito web acquistano, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è sottointesa nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet. Si tratta di informazioni che non sono raccolte per identificare gli interessati ma, per loro stessa natura, potrebbero permettere di identificare gli utenti attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi. Sono ricompresi in questa categoria gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti del sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri tipici del sistema operativo e dell’ambiente informatico dell’utente. Il trattamento di tali dati è finalizzato ad ottenere informazioni statistiche anonime sull’uso del sito, per verificarne il corretto funzionamento e sono cancellati dopo l’elaborazione. Gli stessi dati potrebbero essere utilizzati per fini di accertamento di responsabilità per eventuali reati informatici ai danni del sito. Dati forniti volontariamente dall’utente - L’invio volontario ed esplicito di posta elettronica agli indirizzi indicati nei differenti canali di accesso del sito www.ail.it e la compilazione dei “format” (maschere) specificamente predisposti comportano la successiva acquisizione dell’indirizzo e dei dati del mittente/utente, necessari per rispondere alle istanze prodotte e/o erogare il servizio richiesto. Alcuni indirizzi di posta elettronica indicati su questo sito (quale, per esempio, l’indirizzo ailpazienti@ail.it) hanno un “reindirizzamento” presso terzi diversi da AIL (quali medici e strutture sanitarie) che provvederanno a trattare i dati personali in qualità di autonomi titolari, restando l’associazione estranea al relativo trattamento. Invitiamo pertanto a contattarci per conoscere l’elenco dei reali destinatari prima di procedere ad ogni invio. Specifiche informative saranno riportate o visualizzate nelle pagine del sito predisposte per particolari servizi. Cookies - Sul sito www.ail.it non sono utilizzate in alcun modo tecniche informatiche per l’acquisizione diretta di dati personali identificativi dell’utente o sistemi di profilazione dell’utente. I c.d. cookies di sessione, una volta terminata la connessione al sito non vengono conservati. I nostri sistemi informatici utilizzano: cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale; cookies persistenti di alcun tipo, eccetto quelli di Google Analytics, servizio di analisi web fornito da Google Inc. (“Google”) che utilizza dei cookie che vengono depositati sul computer dell’utente per consentire analisi statistiche in forma aggregata in ordine all’utilizzo del sito web visitato. I dati generati da Google Analytics sono conservati da Google, come così come indicato nella propria informativa sull’utilizzo dei cookies. Come titolare autonomo del trattamento dei dati relativo al servizio di Google Analytics, Google Inc. rende disponibile la propria informativa privacy. Per ulteriori approfondimenti su come gestire o disabilitare i cookie di terze parti o di marketing è possibile visitare il sito www.youronlinechoices.com. Obbligo o facoltà di conferire i dati e conseguenze dell’eventuale rifiuto - Il mancato conferimento dei dati che l’associazione è obbligata a conoscere, al fine di adempiere agli obblighi previsti da leggi, da regolamenti e dalla normativa comunitaria, ovvero da disposizioni impartite da Autorità a ciò legittimate dalla legge e da organi di vigilanza e controllo, comporterà l’impossibilità di instaurare o proseguire il rapporto, e/o di fornire il servizio richiesto. In caso di conferimento facoltativo, la mancata acquisizione dei dati non influirà sulla erogazione del servizio richiesto. Comunicazione e diffusione- I dati personali, ivi inclusi quelli “sensibili”, non saranno oggetto di diffusione, né comunicati a soggetti terzi.
Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti ex art.7 D.lgs. n. 196/2003 - In qualunque momento potrà conoscere i dati che La riguardano, sapere come sono stati acquisiti, verificare se sono esatti, completi, aggiornati e ben custoditi, e far valere i Suoi diritti al riguardo attraverso specifica istanza da indirizzare tramite raccomandata al Titolare del trattamento. Titolare del Trattamento e Responsabile del trattamento - Il Titolare del trattamento dei dati personali è AIL, Associazione Italiana contro le Leucemie – linfomi e mieloma Via Casilina, 5 00182- Roma. L’elenco aggiornato dei Responsabili del trattamento è disponibile sul sito www.ail.it

* I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.

Senza il volontariato, senza i volontari, nulla di quanto ho fatto,
di quanto abbiamo fatto sarebbe stato possibile.
Se non ci siamo fermati, se siamo andati avanti
contro ogni tentazione di mollare, lo dobbiamo al sostegno
di quanti – senza ricevere alcun compenso e regalandoci
il loro tempo – hanno creduto nei nostri sogni
e dato sostanza a progetti che sembravano utopie.[…]
Ecco perché ripeto sempre che l’AIL
e i volontari hanno fatto – in senso letterale – l’Ematologia in Italia.[…]
Io spero che il numero dei giovani impegnati nel volontariato aumenti,
che il volontariato cresca. Non è una scelta facile, lo so.
Per decidere di aiutare gli altri e poi farlo bene, con serietà e costanza,
occorrono impegno, determinazione, umiltà, gioia nel dare.
Un volontario non chiede che cosa c’è da fare, si mette a disposizione.
Non si deve chiedere, si deve dare. Non ci sono ferie né permessi.
Se uno di loro manca, un turno salta. Un volontario vero non fa una prova
per vedere come va, se il settore che ha scelto fa per lui.
Trova subito il proprio posto e la propria occupazione.[….]
C’è così tanto da fare. E allora diventate volontari e fatelo con orgoglio.
Ne guadagnerà la vita degli altri, ma anche e soprattutto la vostra.

Testo tratto da:
Immagine di copertina

 
"Curare è prendersi cura"
di Franco Mandelli
Ed. Sperling & Kupfer, 2014