Cruciani C e AIL ancora insieme a favore delle donne in gravidanza con LMC

Banner cruciani FB

Giuditta Arecco con Cruciani per AILAnche quest’anno in occasione del Natale, Cruciani C rinnova il suo aiuto a sostegno delle cause benefiche promosse dall’AIL.
Continua così l’importante partnership, iniziata nel 2012, che ha permesso di raccogliere fino ad oggi 820.000 euro per finanziare la ricerca scientifica e i servizi di assistenza ai malati ematologici. Quest’anno, i fondi raccolti dalla partnership solidale, saranno impiegati per lo"Studio su Concepimento e Gravidanza nei pazienti affetti da Leucemia Mieloide Cronica".

Per sostenere questa iniziativa Cruciani C ha realizzato un nuovo braccialetto "La Buona Stella della Ricerca". Un accessorio moda in pizzo macramè con tre stelle di Natale, da sempre simbolo della storica campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi AIL.
Due le cromie proposte: il rosso e l’argento. I nuovi braccialetti saranno disponibili al costo di 10 euro da metà novembre a metà gennaio in tutti i negozi Cruciani C e su AIL Shop.

Vai al Portale AIL shop per ordinare la tua Buona Stella della Ricerca

La malattia e lo Studio

La Leucemia Mieloide Cronica (LMC) ha origine dalle cellule del midollo osseo, precursori delle cellule del sangue (piastrine, globuli rossi e globuli bianchi). Da circa dieci anni il trattamento standard consiste nell’utilizzo dei così detti “farmaci intelligenti”, molecole che colpiscono in modo mirato il gene responsabile della malattia e che sono stati in grado di rivoluzionare il trattamento e la sopravvivenza dei pazienti (dal 38% negli anni ’80 a oltre il 95% ad oggi).
Lo scopo dello Studio promosso da Cruciani C e AIL è quello di valutare l’impatto effettivo delle terapie sui pazienti affetti da Leucemia Mieloide Cronica (LMC), aiutandoli a condurre uno stile di vita adeguato, permettendo anche di affrontare una gravidanza.

Proprio per questo la Fondazione GIMEMA, da gennaio 2013 verifica l’esito di gravidanze portate avanti dai pazienti affetti da LMC. Dal suo inizio lo Studio, presentato al Congresso della Società Americana di Ematologia (ASH 2014), ha coinvolto 85 pazienti di età compresa alla diagnosi tra i 17 e i 56 anni, in cui si sono osservate 75 gravidanze.
Per questo motivo, e per raccogliere altri dati utili alle finalità dello Studio, si è deciso di prolungare l’attività del GIMEMA fino al termine del 2016.

Una partnership solidale, ecco i dati dal 2012 ad oggi

La partnership tra AIL e Cruciani C, seppur nata recentemente, ha già permesso di ricavare fondi utili a finanziare importanti progetti di ricerca e assistenza ai malati ematologici.
Dal 2012 ad oggi sono stati distribuiti più di 100 mila bracciali per un totale di 820.000 euro.
Questi fondi hanno permesso di finanziare la ricerca scientifica e i servizi di assistenza ai malati ematologici.

2012
FILO ROSSO,
BRACCIALE STELLA
FONDI DESTINATI ALLE ATTIVITÁ
€ 245.000
IMPIEGO FONDI
Filo Rosso: sostegno alla ricerca scientifica, Case AIL e assistenza domiciliare coordinate dalle sezioni AIL sul territorio.
Stella – Limited Edition: studio per valutare la possibilità nella donna guarita dalla Leucemia Acuta Promielocitica (LAP) di avere figli sani e analizzare la qualità di vita dei pazienti ancora in terapia.
2013
FILO ROSSO,
BRACCIALE STELLA,

BRACCIALE FARFALLA
FILO ARANCIONE
FONDI DESTINATI ALLE ATTIVITÁ
€ 255.000
IMPIEGO FONDI
Sostegno alla ricerca scientifica, case alloggio e assistenza domiciliare coordinate dalle sezioni AIL sul territorio.
2014
BRACCIALE VELA,
FILO BLU


FILO ROSSO,
BRACCIALE STELLA
FONDI DESTINATI ALLE ATTIVITÁ
€ 320.000
IMPIEGO FONDI
Attività di ricerca scientifica, Case AIL e assistenza domiciliare, gestite direttamente dalle Sezioni AIL. Studio GIMEMA CML1012 – La leucemia mieloide cronica (LMC). Valutare la possibilità e l’esito delle gravidanze portate avanti da pazienti affetti da Leucemia Mieloide Cronica (LMC) in cura con farmaci inibitori della tirosin-chinasi.
0
0
0
s2sdefault

Calendar Girls, il calendario speciale per le Case AIL

banner calendar girls AIL
 

 È arrivato anche in Italia "Calendar Girls", il testo teatrale scritto da Tim Firth e tratto dall'omonimo film di Nigel Cole (lo stesso di L'erba di Grace e We want sex). Il film, uscito in Italia nel 2004, ha ottenuto un grande successo al botteghino, diventando un vero e proprio film cult per il pubblico femminile. Lo spettacolo, coprodotto da Agidi ed Enfi Teatro, ha come protagonista un cast straordinario capitanato da Angela Finocchiaro e Laura Curino.

Tim Firth ha voluto che la messa in scena di Calendar Girls rimanesse sempre collegata ad una iniziativa benefica, come nella storia raccontata è stato con il calendario. La produzione italiana ha scelto di sostenere AIL attraverso una replica speciale che si è tenuto a Milano l’11 novembre scorso e il cui incasso è stato interamente devoluto all’Associazione per il progetto Case alloggio AIL.
Inoltre, in ogni tappa del tour sarà possibile sostenere AIL attraverso l’acquisto di gadget dedicati a allo spettacolo.
Grazie all’acquisto di questi prodotti infatti, potremo migliorare le Case alloggio che ospitano i pazienti che risiedono lontano dal proprio Centro di cura. Perché migliorare la qualità di vita del malato e della sua famiglia è uno dei principali obiettivi della mission di AIL.

Le Case alloggio AIL.
In Italia sono 36 le sezioni che offrono il servizio di Casa AIL ai pazienti e ai loro familiari; nel 2014 sono state 277 le stanze messe a disposizione con 546 posti letto e che hanno ospitato 3.120 persone, di cui 1.273 pazienti e 1.847 familiari.
Per approfondire vai alla pagina dedicata alle Case AIL
 

La storia

La storia, ispirata a un fatto realmente accaduto, è quella di un gruppo di donne fra i 50 e i 60 anni, membre del Women's Institute, che si impegna in una raccolta fondi destinati a un ospedale nel quale è morto di leucemia il marito di una delle protagoniste, Annie. Chris, altra protagonista, stanca di vecchie e fallimentari iniziative di beneficenza, ha l'idea di fare un calendario diverso da tutti gli altri, in cui convince le amiche del gruppo a posare nude. Con l'aiuto di un fotografo amatoriale realizzano così un calendario che le vede ritratte in normali attività domestiche, come preparare dolci e composizioni floreali, ma con un particolare non convenzionale: posano senza vestiti. L'iniziativa riscuote un successo tale da portarle alla ribalta non solo in Inghilterra ma anche in America, dove vengono ospitate in un famoso talk show. L'improvvisa e inaspettata fama, tuttavia, metterà a dura prova le protagoniste. Lo spettacolo teatrale, al pari del film, ha avuto un enorme successo in Inghilterra, dove è programmato in diverse versioni dal 2008 ed è tuttora in scena.
0
0
0
s2sdefault