Marzo è il mese di sensibilizzazione sul Mieloma Multiplo

Foto del prof. Amadori
CON I NUOVI FARMACI  MIGLIORA LA SOPRAVVIVENZA E ANCHE LA QUALITÀ DI VITA

Nel nostro paese si registrano circa 5000 casi l’anno di mieloma multiplo, una patologia che solitamente insorge intorno ai 70 anni. A livello di incidenza parliamo quindi di una malattia rara ma dobbiamo tener conto di un fattore importante: grazie alle nuove cure la sopravvivenza dei pazienti è aumentata di tre/quattro volte rispetto a 20 anni fa e quindi le persone che stanno combattendo contro il mieloma sono sempre più numerose nel nostro Paese.

Un prolungamento tanto significativo della vita del paziente si è ottenuto grazie alla disponibilità di nuovi farmaci con nuovi meccanismi d’azione: gli immunomodulanti, gli inibitori del proteasoma e gli anticorpi monoclonali, che colpiscono solo le cellule malate risparmiando quelle sane. Non parliamo dunque solo di un incremento della sopravvivenza per i malati, ma anche di una migliore qualità vita. E nuove prospettive si stanno oggi aprendo grazie all’uso combinato dei nuovi farmaci, un mix che migliora i risultati in termini di efficacia.

Bisogna però sottolineare un aspetto importante: le terapie attuali portano in molti casi ad un controllo della malattia che è duraturo nel tempo ma non alla guarigione dal tumore. Aumentare in generale la awareness su questo tumore ematologico con iniziative come il mese di sensibilizzazione del mieloma è quindi fondamentale per dare ai pazienti informazioni aggiornate e corrette oltre ad un messaggio di speranza.

L'IMPEGNO DI AIL NEL MESE DI MARZO

AIL da più di 50 anni è prima fila per stare accanto i pazienti ematologici e anche per il Mieloma multiplo il nostro impegno è costante. In occasione di marzo abbiamo messo in campo una serie di servizi e attività informative:

Il mio messaggio, in questo mese dedicato al mieloma, è lo stesso che ribadisco per tutto il resto dell’anno: siamo e saremo sempre al fianco dei pazienti per far sì che non si sentano mai soli nella loro battaglia contro la malattia.

0
0
0
s2sdefault